Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie.

Glossario e Qualità

"L'unicità e l'autenticità del Prosecco Conegliano-Valdobbiadene D.O.C.G. è garantita da precise regole e da una tradizione che è riuscita a conservare negli anni un'identità precisa ed inconfondibile. Per essere apprezzata al meglio, questa peculiare caratteristica deve essere conosciuta e compresa, imparando a "leggere" il linguaggio del prosecco."

 

SPUMANTE
Vino che, a 20 °C ha una sovrapressione non inferiore a 3,5 atm. Per gli spumanti provenienti da uve aromatiche (Prosecco, Moscato, ecc.) il limite si abbassa a 3 atm. Residuo zuccherino in grammi per litro:

  • Extra Brut - fra 0 e 6g/l
  • Brut - inferiore a 12 g/l
  • Extra Dry - fra 12 e 17 g/l
  • Dry - fra 17 e 35 g/l

 

GLERA
Nuovo nome dato all’ex vitigno del Prosecco che dà origine ad un’uva aromatica dalle gradevoli sensazioni fruttate. Il vino viene prevalentemente proposto nella versione spumante (prodotto con il metodo charmat). Di elevata qualità quello prodotto nelle colline di Conegliano e Valdobbiadene.

 

D.O.C.G.
Denominazione di origine controllata e garantita. Si tratta di un DOC garantito con l’apposizione di fascette di stato numerate su ogni bottiglia.

 

D.O.C.
Vino prodotto in una regione determinata. É regolamentato da un disciplinare.

 

METODO MARTINOTTI O CHARMAT
Spumante ottenuto con rifermentazione in grandi recipienti a tenuta di pressione delle autoclavi, nelle quali si preservano gli aromi varietali dell’uva, che si traducono in un vino fruttato e floreale. La spumantizzazione dura minimo 30 giorni, dopo i quali si passa all’imbottigliamento.

 

TALENTO O “METODO CLASSICO”
Spumante ottenuto invece con rifermentazione in bottiglia e una sosta sui lieviti per almeno 15 mesi.

 

MILLESIMATO
Vino che proviene almeno per 85% da uve raccolte nell’anno dichiarato in etichetta.

 

CUVÉE
Accurata miscela di vini che costituiscono la base di partenza per la trasformazione in spumante.

 

TEMPERATURA DI SERVIZIO
Vini Spumanti metodo Martinotti o Charmat - 9 °C
Vini bianchi e rosati con residuo zuccherino - 12 °C
Vini rossi poco tannici, poco colorati - 14 °C
Vini rossi mediamente tannici e colorati - 16 °C
Vini rossi tannici, intensamente colorati - 18 °C

 

COME DEGUSTARE IL CONEGLIANO-VALDOBBIADENE PROSECCO SUPERIORE DOCG
Va degustato entro l’anno successivo alla vendemmia, in quanto mantiene inalterate le sue caratteristiche organolettiche fruttate e floreali. Le bottiglie vanno mantenute coricate in ambiente fresco e asciutto, lontane da luce e fonti di calore. É consigliabile la degusta- zione con il calice Prosecco o con calice a tulipano, piuttosto ampio evitando, se si può, la flute e la coppa.

 

La piramide della qualità

Dal 1 agosto 2009 per i comuni del Veneto e del Friuli è stata finalmente definita una chiara classificazione della qualità enoica. Con il riconoscimento delle zone Docg (a denominazione di origine controllata e garantita) per le aree storiche Conegliano- Valdobbiadene e Asolo - Prosecco Superiore - e della zona Doc Prosecco che si conferma per ben 650 comuni delle due regioni è stata composta una chiara piramide di qualità. Il nome del vitigno viene ora chiamato "Glera" per non confonderlo con la zona a denominazione Prosecco.