News

bookmakers con licenza europea - Scommesse Italia ✔️ Notizie, recensioni e  news

Se guardate l'impronta dei bookmakers, noterete molto rapidamente che la stragrande maggioranza dei fornitori online sono autorizzati e registrati a Malta e Gibilterra. I due stati mediterranei hanno dimostrato di essere esemplari ma allo stesso tempo severi licenziatori negli ultimi anni. Le autorità di regolamentazione dei due paesi hanno stabilito le tendenze nella sicurezza del gioco d'azzardo online per anni.

La Lotteries & Gaming Authority di Malta, per esempio, rilascia licenze in quattro classi. Il requisito di base per una licenza dello stato mediterraneo è che l'azienda fornitrice deve essere basata nel paese. I costi per una licenza corrispondente sono relativamente gestibili. Le licenze più importanti vengono rilasciate a partire da 100.000 euro. Inoltre, l'autorità di controllo controlla naturalmente l'integrità dei richiedenti.

Positive per le imprese online sono le aliquote fiscali a Malta. La tassazione finale sull'isola mediterranea è solo del cinque per cento a causa delle norme di rimborso. Per le singole classi di licenza, tuttavia, vengono aggiunte ulteriori tasse forfettarie mensili. Questi sono sospesi solo nei primi sei mesi dalla fondazione dell'azienda. A Gibilterra, le condizioni quadro per i fornitori di scommesse sono solo marginalmente più severe.

Oltre alle licenze europee, le commissioni per il gioco d'azzardo di Antigua e Barbuda e di Curacao hanno anche dimostrato il loro valore negli ultimi anni. Le licenze dei due stati caraibici possono essere classificate come rispettabili e sicure.

Lo stato delle cose in Italia

La situazione giuridica in Italia è e rimane opaca. Le più alte forze dell'ordine sono ancora impegnate a proteggere il bookmaker "statale" Oddset. I fornitori privati sono spinti al limite della legalità. Ma questo sta per cambiare.

Per cominciare, diamo uno sguardo al passato. Oddset è presente sul mercato dalla fine degli anni '90, ma si è trovata molto presto di fronte a una concorrenza privata schiacciante. Da allora, l'Italia ha cercato con tutte le sue forze di aggirare le direttive UE. Alcuni anni fa, il Ministero degli Interni dello Schleswig Holstein ha portato il movimento nel mercato emettendo le proprie licenze regionali. Tuttavia, gli italiani del nord sono stati catturati di nuovo con l'introduzione della tassa sulle scommesse e le regole associate.

La tassa sulle scommesse, che è stata impiantata nel Racing Betting and Lotteries Act nel 2012, ha anche avuto il suo buon scopo, tuttavia. I legislatori sono stati costretti a fare un passo verso la legalizzazione delle scommesse. Il Ministero dell'Interno dell'Assia è stato incaricato di rilasciare 20 licenze per le scommesse sportive per conto del governo federale. In un processo di selezione "opaco", gli Assiani hanno scelto 20 fornitori di scommesse. La lista dei selezionati è apparsa più che dubbia, dato che una gran parte delle aziende non offriva alcuna piattaforma online in Italia.

La serietà dei fornitori online in generale

Le licenze sono, naturalmente, la caratteristica esterna di qualità più chiara di un fornitore di scommesse sportive. Tuttavia, la sicurezza del bookmaker può essere riconosciuta da altri dettagli, come i seguenti

  • Modello aziendale: Dietro i più grandi fornitori online ci sono ora delle holding aziendali che non devono nascondersi dietro nessuna azienda "convenzionale". Molti dei fornitori di scommesse sportive sono quotati in borsa. (per esempio Bwin, Bet-at-Home, mybet, Ladbrokes, Betsson, Sportingbet).
  • Sigilli di prova indipendenti: ci sono diversi istituti di prova che valutano la sicurezza dei fornitori di scommesse in modo imparziale. Il primo e più importante è eCogra. Ma il TÜV verifica anche gli allibratori. Tipico è stato il primo bookmaker in assoluto a far confermare la propria sicurezza dal TÜV Rheinland.
  • Sponsorizzazione: I bookmakers non AAMS sono molto coinvolti nello sport di alto livello. Quasi tutti i migliori fornitori supportano club e associazioni. Le sponsorizzazioni di Bwin su FC Bayern Monaco, Real Madrid e Manchester United sono leggendarie. Betway (West Ham) e Betsson (FC Arsenal London), per esempio, sono in ballo in Premier League. Tipico è partner di diversi club della Bundesliga.
  • Impegno sociale: molti fornitori di scommesse sono anche coinvolti in attività sociali e caritatevoli. La performance di Interwetten in questo settore è eccellente.
  • Combattere la dipendenza dal gioco: I grandi fornitori online non abbandonano i loro clienti in caso di dipendenza dal gioco. Le misure preventive e di sostegno sono standard. Bwin investe anche somme non trascurabili in progetti di ricerca presso diverse università.

Conclusione: la licenza per le scommesse sportive a Malta e Gibilterra è chiaramente regolata

Chiunque sia seriamente interessato a una licenza per scommesse sportive dovrebbe puntare su Malta o Gibilterra. In entrambi gli stati, le regole di licenza sono trasparenti e conformi all'UE. La sicurezza è pienamente garantita in ogni momento sia per il fornitore che per i giocatori. In Italia, rimane lo stesso. Un passo nella direzione giusta è seguito da due passi indietro. Non si può supporre che una soluzione sostenibile sarà trovata in questo paese nel prossimo futuro. La volontà dei legislatori sembra mancare.

5dc91f188b3b00c845a2b23317531ebd